ven. Apr 10th, 2020

Meteo Puglia

Il Meteo di Puglia e non solo

Coronavirus PUGLIA, Emiliano: non mandate i vostri figli a SCUOLA

“Invito tutte le famiglie a non mandare a scuola i loro figli a tutela della loro salute perché non siete obbligati a farlo”. Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, durante la conferenza stampa convocata per spiegare l’ordinanza adottata ieri dalla Regione per autorizzare scuole e università ad attivare la didattica a distanza, da casa, per arginare l’emergenza coronavirus.

“Didattica è meno importante della salute pubblica, non lo dico io ma la Costituzione italiana”, ha aggiunto. La mattina era iniziata con i telefoni roventi e centralini impazziti dalle prime ore del mattino, tanto da costringere i dirigenti scolastici a pubblicare sui siti delle scuole una serie di chiarimenti destinati agli alunni e alle loro famiglie. Questo era stato il primo effetto dell’ordinanza firmata dal presidente Michele Emiliano sul Coronavirus.(continua sotto)



Le segreterie delle scuole pugliesi sono state prese d’assalto dai genitori in cerca di chiarimenti. Il primo a mettere nero su bianco l’interpretazione dell’ordinanza è il preside del liceo scientifico Scacchi di Bari, che sul sito pubblica un avviso per le famiglie ripreso da moltissimi colleghi di altre scuole.

“In riferimento all’ordinanza relativa alle misure di prevenzione sulla gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid 19, che secondo alcune interpretazioni autorizzerebbe fino al 15 marzo gli studenti che lo ritenessero opportuno a restare a casa, a fini precauzionali, sulla base di una loro autonoma decisione, giustificandone l’assenza – scrive il dirigente Giovanni Magistrale – la presidenza comunica e precisa che la decisione di assentarsi a fini precauzionali non può essere considerata diritto di chiunque sulla base di una scelta personale discrezionale, ma deve essere presa e attestata dal medico curante o dalle autorità sanitarie.

Solo a tale condizione si potranno applicare i motivi di deroga sulle assenze previste dai regolamenti scolastici, fermo restando la facoltà di chiunque di assentarsi per le ragioni che ritiene, che sono comunque da giustificare e che saranno conteggiate per la validità dell’anno scolastico e l’attribuzione dei crediti”. Pertanto la nota ricorda che “tutti gli studenti sono tenuti alla regolare frequenza in base alle norme del regolamento di istituto, uniche eccezioni sono quelle relative a coloro che sono tornati dalle zone a rischio o dalle regioni del nord, che sono tenuti a consultare il proprio medico o le strutture sanitarie indicate nel decreto e ad attenersi alle loro disposizioni”.

Parole che ovviamente, alla luce delle nuove dichiarazioni di Emiliano, cambiano peso.

Copyright 2020 © All rights reserved - meteopuglia.org | Newsphere by AF themes.