Castelluccio di Norcia, la perla dell’Appennino che non c’è piu! Le immagini!

terremoto

Macerie, fumo e distruzione. Castelluccio di Norcia era la perla, il gioiellino incastonato a 1.450 metri su una collina al centro esatto dell’altopiano. Uno dei posti più ammirati dai meteo appassionati che rimanevano sbalorditi difronte alle immagini quotidiane che offrivano le webcam installate nel paese, come quelle che vedete in basso.

1321_1_1

neve-castelluccio-di-norcia

Un posto da cui lo sguardo poteva andare davvero lontano. E perdersi. Ma il borgo più alto dell’Appennino non c’è più, distrutto dal terremoto del 30 ottobre, isolato dal resto del mondo, spaccato fin nell’anima: visto dall’alto sembra essersi ripiegato su se stesso, imploso verso l’interno, come quando i bambini si raggomitolano incastrando la testa tra le ginocchia, per sconfiggere la paura del buio.

c_2_fotogallery_3006146_29_image

Arrivare lissù è un’impresa: la scossa ha devastato sia la strada per Visso che quella per Norcia e, dunque, ci sono solo due modi. L’elicottero o un’impervia mulattiera di montagna. Da Norcia ci vogliono almeno due ore per percorrerla, con una jeep 4×4.

castelluccio-di-norcia

Il nostro appello è che possa tornare a risplendere con i colori, paesaggi che questo gioiello offriva ai tanti turisti e appassionati.  Forza amici, siamo con voi.

Condividi questo articolo

Michele Conenna

Esperto di meteorologia e volto noto del Sud Italia conduce quotidianamente la striscia meteo nel Tg di Telenorba alle ore 07.45. Da sempre affascinato di fenomeni estremi, è attento a tutto ciò che accade nella sua amata Puglia. Fenomeno di maggiore interesse neve e temporale!

You may also like...