Arriva aria più fredda da Est: Domani peggiora al Nord e sulle regioni Adriatiche!

Dopo l’estate di San Martino che ha regalato belle giornate con prevalenza di sole su gran parte d’Italia e nebbie diffuse nelle ore serali e di primo mattino, ci prepariamo a trascorrere un fine settimana con un calo delle temperature a causa di aria più fredda in arrivo dai Balcani.

L’alta pressione, quindi, che ci ha interessati in questi giorni, nelle prossime ore tenderà a spostare i suoi valori massimi sul Nord Europa creando la strada all’aria fredda in modo da poter scorrere più facilmente verso i mari italiani.

Quali saranno le regioni più esposte? E quali le conseguenze?

Parliamo della prima irruzione di aria fredda che farà abbassare notevolmente le temperature (specie i valori massimi), con temperature che in pieno giorno non supereranno i 13/14°C e minime che si aggireranno tra i 6/10°C un po’ ovunque.
Le regioni interessate maggiormente saranno quelle del Nord e le Adriatiche (più esposte ai venti orientali).

Domani, Venerdì 16 Novembre, l’aria fredda farà il suo ingresso al Nord Italia e sulle regioni adriatiche con instabilità sparsa su Marche, Abruzzo, Molise e Puglia in tarda mattinata/primo pomeriggio. Poi, dalla serata rapido peggioramento anche su Calabria ionia, Sicilia e Sardegna orientale a causa dello scontro di correnti più umide da ovest e più fredde da est.

Non mancheranno le prime spruzzate di neve a quote anche inferiori ai 1000 metri sulla fascia alpina e sull’appennino centrale.

Ai prossimi aggiornamenti,

Antonio Pecere