Altra nuova perturbazione in arrivo tra la giornata di domani 12 e Sabato 13 Febbraio!

Rimane e rimarrà ancora attiva una circolazione occidentale da parte dei venti, questi faranno in modo da aumentare le nubi sulla nostra Penisola con condizioni di tempo instabile su buona parte della nostra Penisola.

Domani una nuova perturbazione coinvolgerà nuovamente i settori del medio e alto Tirreno con le precipitazioni che interesseranno maggiormente le regioni settentrionali (specie nord-ovest), questa sarà accompagnata da un nocciolo di aria fredda in quota a 5500 metri circa (-28/-30°C) che sarà molto importante per stabilire la quota neve.

h500_33

 

I primi avvisi di un peggioramento si avranno già dalla prima mattinata di domani, con l’aumento della nuvolosità sui settori nord-occidentali della nostra Penisola che insieme ai venti di Libeccio (specie dal pomeriggio), andrà a facilitare l’intensificazione delle nubi sui settori centro-settentrionali Tirrenici con le prime precipitazioni.

prec6h_med_30

Le precipitazioni più intense interesseranno quindi la Liguria nel tardo pomeriggio di domani e anche l’arco Alpino con nevicate che si spingeranno fin sui 600-700 metri di quota, mentre nella tarda serata di domani le precipitazioni scorreranno lungo le regioni centro-meridionali Tirreniche e cioè ( Toscana, Lazio, Campania e Calabria) con nevicate dai 1000 metri in su sull’Appennino centrale e dai 1400/1500 metri in su sull’Appennino meridionale.

Sulla nostra regione, nella giornata di domani si avrà tempo variabile per tutta la giornata con nuvolosità in aumento specialmente dal pomeriggio/sera, quando le precipitazioni riusciranno a sconfinare anche sulla nostra regione per il rinforzo dei venti di Libeccio.

Antonio Pecere

Antonio Pecere

Appassionato di meteorologia da diversi anni, 24 anni di Ostuni, amante della stagione autunnale e invernale, con una particolare passione per i temporali e la 'dama bianca'.

Potrebbero interessarti anche...