Conenna: a Capodanno FREDDO con piogge e NEVE a bassa quota – i dettagli

Il noto meteorologo del TG NORBA, Michele Conenna, annuncia: confermata la linea di tendenza descritta, ieri, in un editoriale. Passeremo l’ultimo giorno dell’anno in compagnia di aria fredda da Nord che porterà un crollo delle temperature con neve a bassa quota. Freddo intenso anche nei primi giorni del 2019

Preparate sciarpe e cappotti per l’ultimo giorno dell’anno. Una massa d’aria Artico-Continentale si sta mettendo in moto in queste ore dalle lande settentrionali europee ed è diretta sui Balcani e l’Italia Centro Meridionale. Mentre da noi, l’alta pressione garantirà ancora tempo stabile e soleggiato sia oggi che domani, da domenica le cose cambieranno sensibilmente.

COSA ACCADRA’ DA DOMENICA 30 DICEMBRE? La giornata di domenica inizierà con il sole, anche se, a partire dal mezzogiorno, assisteremo ad un aumento della nuvolosità proveniente dall’Adriatico accompagnata anche da raffiche di vento di Maestrale che diverrà sempre più intenso verso sera. La nuvolosità che interesserà la Puglia da domenica pomeriggio produrrà anche delle piogge. Nel corso della notte poi, tra domenica 30 e lunedì 31, arriveranno termiche in quota che produrranno un marcato calo delle temperature e quindi la comparsa di fiocchi di neve a quote relativamente basse.

LUNEDI’ NEVE A QUOTE BASSE: lunedì, la neve tra mattinata e primo pomeriggio farà la sua comparsa in Molise a partire dai 700 metri di quota, sul Potentino, Melfese, Vulturino, Sub-Appennino Dauno, Gargano. Nel corso della giornata intanto previsti rovesci di pioggia accompagnati da grandinate o episodi di neve tonda anche a quote pianeggianti. La serata del 31 inoltre, arriveranno termiche in quota ancor più fredde in quota che potrebbero far calare la quota neve tra i 500-600 metri (localmente anche più in basso) e quindi non si escludono fiocchi di neve sull’Alta Murgia.

MARTEDI’ 01 GENNAIO: al mattino ancora qualche rovescio di pioggia sulla Puglia e qualche fioccata su zone collinare, ma la situazione sarà in miglioramento entro il tardo pomeriggio con passaggio a cielo nuvoloso o localmente poco nuvoloso. COPRITEVI: assisteremo ad un deciso abbassamento delle temperature che risulteranno al di sotto della norma. Tra il 30 e il 1 Gennaio le massime non dovrebbero superare gli 8-10 gradi con minime localmente vicino allo zero. Poi, da mercoledì temperature in aumento e tempo stabile, in attesa di un possibile nuovo peggioramento a ridosso dell’Epifania con un’altra irruzione fredda da Est. Ma è troppo prematuro parlarne adesso.