Crollo delle temperature e venti forti. L’aria fredda ha raggiunto le nostre regioni!

Come preannunciato da giorni, l’aria fredda proveniente dal Nord Europa ha raggiunto le nostre regioni.  Un vero e proprio crollo termico se analizziamo le temperature registrate nei giorni scorsi, quando la colonnina di mercurio aveva superato abbondantemente i 30°, con punte di 33°.

La causa è da attribuire alla prima irruzione fredda sull’Est Europa. Parte di quest’aria ha valicato le Alpi e i Balcani raggiungendo le regioni Adriatiche. Poca la pioggia caduta (come da previsione) ma molto vento e mari in burrasca. Tra oggi e domani le raffiche raggiungeranno i 60-70 km/h con Mar Adriatico agitato con possibili mareggiate. Il picco del freddo si raggiungerà domani quando alla quota di 850 hPa (1500 mt circa di quota) arriveranno isoterme di +3/+4 gradi.

Da giovedì lentamente ci sarà un rialzo, ma i valori rimarranno sempre sotto la norma. Probabilmente però, a partire da Domenica un nuovo peggioramento potrebbe apportare le prime vere piogge autunnali su tutto il Sud Italia, ne riparleremo.

Per il momento il protagonista sarà il vento e le temperature decisamente fresche.