Florida colpita dall’uragano Michael : due vittime e interi centri abitati devastati

Uragano Michael a piena potenza sulla Florida. Coste distrutte dal ciclone, interi centri abitati sommersi.

Davvero impressionante lo scenario di devastazione presente sulla Florida occidentale dopo il passaggio dell’uragano Michael, ora situato in Alabama e in rapido indebolimento visto che ha perso il collegamento col rovente Golfo del Messico che era riuscito ad intensificarlo in maniera spaventosa in poche ore sino al limite della categoria 5.

L’uragano Michael si è abbattuto ieri sera in Florida, effettuando il fatidico “landfall” tra Panama City e Mexico Beach : entrambi i centri abitati sono stati devastati dalla furia dei venti oltre i 250 km/h e dalle mareggiate estreme. Il fenomeno più temibile si è scatenato su tutta la costa occidentale : stiamo parlando dello “storm surge”, ovvero l’onda di tempesta che coincide con un vero e proprio innalzamento del livello del mare di oltre 5 metri e in grado di sommergere qualsiasi cosa sulle coste e tratti pianeggianti (in maniera simile ad uno tsunami sebbene con caratteristiche diverse).

Almeno due persone sono morte a seguito del passaggio del ciclone tropicale : in altre circostanze le vittime sarebbero state certamente superiori, ma le evacuazioni di massa sono servite per contenere il numero delle vittime.