L’Etna torna ad eruttare, ed è spettacolo! Getti di lava fino a 150 metri

Nuova eruzione sull’Etna: dal nuovo cratere di Sud-Est del vulcano attivo più alto d’Italia da ieri sera è presente un’attività stromboliana con emissione di brandelli di magna incandescente e cenere lavica e un trabocco di lava. I fenomeni, monitorati dall’Ingv di Catania, sono confinati nella zona sommitale del vulcano. I tremori nei condotti magmatici interni dell’Etna si mantengono su livelli medio-alti. L’emissione di cenere non impatta sull’attività dell’aeroporto internazionale di Catania che è operativo.

L’attività eruttiva è ripresa con insolito vigore, esattamente in corrispondenza del Nuovo Cratere di Sud Est. Dopo il suo risveglio a partire dal mese di luglio, e una graduale intensificazione dell’attività, l’Etna ha dato inizio a un nuovo episodio di attività stromboliana con emissione di colate di lava nella notte fra il 23,24,25 agosto 2018.