Mer. Ott 21st, 2020

Meteo Puglia

Il Meteo di Puglia e non solo

ESCLUSIVA: in ANTEPRIMA ecco COSA ci sarà nel NUOVO DECRETO in USCITA tra OGGI e DOMANI con URGENZA: coprifuoco dalle 22. Allo studio chiusura di palestre, parrucchieri, centri estetici e cinema. Ipotesi didattica a distanza alle superiori. LEGGI TUTTO

Lo riporta il sito SOLE 24 ORE

Sono 4.913 i focolai attivi, di cui 1.749 nuovi. Il virus corre: record di contagi e di tamponi. Raddoppiano le vittime, aumenta il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva e in area medica. QUI per leggere la FONTE

Record di contagi e di tamponi. Raddoppiano le vittime del Coronavirus. E governo e ministero della Salute stanno studiando il varo, in giornata o al massimo domani, di un dpcm che prevede un nuovo giro di vite per arginare i numeri in crescita esponenziale. Fra le misure allo studio: coprifuoco dalle 22, come già accade in molti paesi europei, ma anche chiusura di palestre, parrucchieri, barbieri, centri estetici, ma anche cinema e teatri. Si riflette anche sulla didattica a distanza alle superiori.


Pressing del Comitato tecnico scientifico
Arriva anche un pressing al governo del Comitato tecnico scientifico: «Alla luce dei nuovi dati emersi e della nuova fase servono misure più stringenti per far fronte al progressivo aumento dei contagi». Chiesti provvedimenti più restrittivi in tempi rapidi che superino l’attuale Dpcm, anche in vista del week end. Tra le ipotesi, quella di un ‘coprifuoco’ e la didattica a distanza almeno per le scuole superiori. Obiettivo: evitare un nuovo lockdown. Intanto scattano i primi lockdown locali, si intensificano le zone rosse.

La Campania, con un’ordinanza firmata dal governatore Vincenzo De Luca, ha stabilito che le scuole non faranno lezione in aula. Sospensione anche delle attività di circoli ludici e ricreativi, divieto di vendita con asporto dalle 21. Alcune regioni hanno già reso operativa la sospensione dei ricoveri ospedalieri non urgenti, il divieto di visite ai ricoverati.«Ho chiesto ieri al presidente Conte una riunione appena sarà rientrato da Bruxelles per decidere senza indugio nuove misure nazionali per contenere il contagio, ovviamente d’intesa con le Regioni», ha detto il capo delegazione Pd al governo Dario Franceschini

L’epidemia da Coronavirus accelera, ha segnalato ieri il report settimanale di ministero della Salute e Istituto superiore di sanità. Il virus circola in tutto il Paese, aumenta il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva e in area medica e in alcune regioni e province autonome si ritiene che saranno raggiunti valori critici già nel prossimo mese.

Il report della settimana 5-11 ottobre segnala che sono dieci le regioni con un rischio definito alto per la tenuta delle terapie intensive: sono Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Liguria, Lombardia, Puglia, Sardegna, Toscana, Umbria e Valle d’Aosta. Secondo il monitoraggio hanno una probabilità di superare la soglia del 30% delle terapie intensive occupate da pazienti Covid nel prossimo mese, da alta a massima.

Le regioni segnalate con il livello più alto di rischio per questo parametro sono la Lombardia, la Liguria. In pochi giorni il numero di casi sintomatici è quasi raddoppiato (15.189 casi sintomatici nel periodo 28 settembre-11 ottobre contro 8.198 casi sintomatici nel periodo 21 settembre-4 ottobre).

Le regioni valutino misure aggiuntive

Arriva un invito alle Regioni, «in raccordo con il ministero della Salute, a realizzare una rapida analisi del rischio, anche a livello sub-regionale, e di valutare il tempestivo innalzamento delle misure di contenimento e mitigazione nelle aree maggiormente affette»: si legge nel monitoraggio settimanale di ministero della Salute e Iss. Serve «una rapida analisi del rischio sub-regionale per il tempestivo innalzamento delle misure di contenimento e mitigazione nelle aree maggiormente affette sulla base delle linee di indirizzo» fornite dal ministero della Salute.

Copyright 2020 © All rights reserved - meteopuglia.org | Newsphere by AF themes.