Ven. Giu 5th, 2020

Meteo Puglia

Il Meteo di Puglia e non solo

REDDITO DI EMERGENZA: già 20.000 domande. Ecco come fare ad AVERE il BONUS fino a 800 euro

Via alle domande per il Reddito di cittadinanza e si registra già una valanga di richieste. Il sussidio si potrà chiedere, come ha spiegato l’Inps, fino a fine giugno, solo per via telematica, ed è rivolto ai nuclei con Isee fino a 15mila euro che non abbiano accesso ad altri sussidi, che potranno avere, in due tranche, fino a 800 euro.

La previsione del governo è che possa interessare circa 2 milioni di persone (867mila famiglie). E nel primo giorno sono arrivate al sito dell’Inps circa 20.000 domande per il Reddito di Emergenza, come ha annunciato su Twitter il ministro del lavoro Nunzia Catalfo. “Tra gli obiettivi che il Governo si è posto con i provvedimenti finora messi in campo c’è la protezione sociale di lavoratori e famiglie. Andiamo avanti su questa strada”, ha aggiunto.

23 Maggio 2020

reddito di emergenza, Sicilia, Economia

Via alle domande per il Reddito di cittadinanza e si registra già una valanga di richieste. Il sussidio si potrà chiedere, come ha spiegato l’Inps, fino a fine giugno, solo per via telematica, ed è rivolto ai nuclei con Isee fino a 15mila euro che non abbiano accesso ad altri sussidi, che potranno avere, in due tranche, fino a 800 euro.

La previsione del governo è che possa interessare circa 2 milioni di persone (867mila famiglie). E nel primo giorno sono arrivate al sito dell’Inps circa 20.000 domande per il Reddito di Emergenza, come ha annunciato su Twitter il ministro del lavoro Nunzia Catalfo. “Tra gli obiettivi che il Governo si è posto con i provvedimenti finora messi in campo c’è la protezione sociale di lavoratori e famiglie. Andiamo avanti su questa strada”, ha aggiunto.

Il REm è subordinato al possesso dei requisiti di residenza, economici, patrimoniali e reddituali indicati dal decreto Rilancio. Le condizioni per accedervi sono risiedere in Italia, dichiarare un Isee inferiore ai 15 mila euro, disporre di un patrimonio mobiliare minore di 10 mila euro e non percepire il Reddito di cittadinanza. Il Reddito di emergenza è, inoltre. incompatibile anche con altre misure introdotte dal Decreto Rilancio.

In queste stesse ore, in “automatico”, l’Inps sta versando anche il bonus ai 4,9 milioni di autonomi che l’hanno già ricevuto per il mese di marzo. Si tratta, ha sottolineato il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, di una delle categorie più colpite, che ha subito “un drastico calo del reddito” a differenza degli statali che, in alcuni casi forse sono pure riusciti a risparmiare qualcosa durante l’epidemia, lavorando ma “stando a casa.

ECCO COME COME RICHIEDERLO

Le domande possono essere presentate all’Inps esclusivamente in modalità telematica entro il 30 giugno 2020, autenticandosi con PIN, SPID, Carta Nazionale dei Servizi e Carta di Identità elettronica. Ma, per la presentazione della domanda ci si potrà avvalere anche degli istituti di patronato. 

Requisiti

Previsto dal decreto legge cosiddetto Rilancio, per supportare i nuclei familiari in difficoltà economica a causa dell’emergenza Coronavirus, il Rem è subordinato al possesso dei requisiti di residenza, economici, patrimoniali e reddituali indicati all’articolo 82 del provvedimento. 

“Il Rem – prevede la norma – è riconosciuto ai nuclei familiari in possesso cumulativamente, al momento della domanda, dei seguenti requisiti:

a)      residenza in Italia, verificata con riferimento al componente richiedente il beneficio;

b)      un valore del reddito familiare, nel mese di aprile 2020, inferiore ad una soglia pari all’ammontare di cui al comma 5 (da 400 a 800 euro, a seconda dei componenti del nucleo familiare, ndr); 

c)      un valore del patrimonio mobiliare familiare con riferimento all’anno 2019 inferiore a una soglia di euro 10.000, accresciuta di euro 5.000 per ogni componente successivo al primo e fino ad un massimo di euro 20.000, il massimale è incrementato di 5.000 euro in caso di presenza nel nucleo familiare di un componente in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza come definite ai fini dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE), di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 dicembre 2013, n. 159;

d)      un valore dell’ISEE inferiore ad euro 15.000″.

Copyright 2020 © All rights reserved - meteopuglia.org | Newsphere by AF themes.